Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for gennaio 2013

eccoci di nuovo in pista dopo tanti salti mortali nel mondo.parliamo di colori e di cioccolato!!uno studio pubblicato sul Journal of Sensory Studies che afferma come il colore del piatto, bicchiere o tazza che contiene il cibo, influenzi il modo in cui ne percepiamo il gusto.
Nello studio in cui hanno collaborato ricercatori dell’Università Politecnica di Valencia e dell’Università di Oxford 57 volontari valutavano degli assaggi di cioccolata calda bevuta da tazze di quattro diversi colori (rosso, arancio, crema e bianco – tutte con l’interno bianco).
Crema e arancio sono risultate essere le tazze in cui il cioccolato era giudicato più buono. Tuttavia era solo il gusto del cioccolato ad essere influenzato e non la dolcezza della bevanda o l’aroma (dal punto di vista olfattivo). Secondo gli autori l’effetto del colore dipende dal cibo: il fatto che arancio e crema funzionino con la cioccolata non significa che valga lo stesso con altri alimenti.
la novità è scarsa e certamente ogni alimento e ogni gusto ha una memoria polisensoriale e per questo una risposta individuale ed anche “del momento”, ma resta da sottolineare che andrebbero lette le spiegazioni per le quali i ricercatori danno questa soluzione cromatica associata al gusto.Per l’esperienza di ricerca che ho in argomento trovo interessante il bianco interno delle tazze. Il colore bianco interno, permette al gusto di non essere influenzato da variabili percettive di disturbo. il gusto così si orgnizzando anche l’effetto delle endorfine che si liberano per qualche secondo alla percezione gustativa e olfattiva dell’aòimento specifico e per di più caldo . L’esterno colorato con tinte così dette “calde”, esalta il senso del tepore percepito e attiva la sensualità olistica. Per la preferenza dell’ Arancionerispetto al rosso penso sia perchè questo ultimo è troppo carico e aggressivo. Il Giallo è preferito perchè è un colore associato in psicologia alla compagnia e all’effetto solare..tutto ciò influenza una percezione sinestesica che comprende anche i gesti e la ritualità del bere bevande “calde” e di sapore immediatamente percepibile dalle papille gustative….ma sono commenti sintetici il discorso è più articolato e lo affronteremo presto, per ora è un ritorno alla luce, fra le magie del cioccolato e di una vita che forse si può riprendere…i suoi spazi

Read Full Post »